venerdì 21 marzo 2014

Gli aquiloni



Quanti ricordi
noi  e  gli aquiloni :
ne avevamo comprati due
 perchè quelli che avevamo fatto
non volavano bene ...
faticavano a tenere la rotta ...
tornando  giù in picchiata 
e ci sono ancora,
ben ripiegati .
uno giallo e arancio
e uno nero e fucsia
Quante corse per i pendii
"le discese ardite e le risalite "
 la felicità di essere riusciti a farli volare 
quasi a  toccare il sole 
domani ... domani verremo ancora ...
così tante primavere  sono trascorse 
 e loro  sono ancora  lì
che aspettano noi o chi
vorrà far dispiegare le ali 
Le stesse passioni... noi due 


immagine dal web


I figli sono come aquiloni

I figli sono come gli aquiloni,
passi la vita a cercare di farli alzare da terra.
Corri e corri con loro
fino a restare tutti e due senza fiato…
Come gli aquiloni, essi finiscono a terra…
e tu rappezzi e conforti, aggiusti e insegni.
Li vedi sollevarsi nel vento e li rassicuri
che presto impareranno a volare.
Infine sono in aria:
gli ci vuole più spago e tu seguiti a darne.
E a ogni metro di corda
che sfugge dalla tua mano
il cuore ti si riempie di gioia
e di tristezza insieme.
Giorno dopo giorno
l’aquilone si allontana sempre più
e tu senti che non passerà molto tempo
prima che quella bella creatura
spezzi il filo che vi unisce e si innalzi,
come è giusto che sia, libera e sola.
Allora soltanto saprai
di avere assolto il tuo compito.
(Erma Bombeck)




Appena letta è stato come averla pensata e scritta
un lampo 
così bella ... così struggente ... così vera
quante analogie
dapprima il mio papà ed io  in questo gioco
poi noi due  ,
anima mia ,
la vita  si ripete 
riscrive momenti 
ma con te  non ho faticato ... 
hai preso il volo
subito  e da solo 
ho faticato più  io a lasciarti andare ,
linfa della mia vita
fatto  mio il tuo respiro
  e aspetto il tuo ritorno,
la tua voce.
i tuoi occhi,
i tuoi abbracci....
 in apnea
Grazie  Amalia di avermi fatto conoscere
questa poesia
 mi è piaciuta davvero  tanto 
e poi tanto 

 gli aquiloni che meraviglia
un gioco bellissimo
forse..... perchè volano via?


giusi 






30 commenti:

  1. Cara Giusi, riesci sempre ad emozionarmi, mi ha toccato il cuore.. questo fine settimana ti immaginerò.. felice facendo volare aquiloni.. un abbraccio Dani :)

    RispondiElimina
  2. Giusi..
    tocchi corde intime che, per un attimo, fanno traballare.
    Oggi sei il mio specchio che mi permette di ascoltarmi.
    Grazie per questo post.
    Ti abbraccio forte

    RispondiElimina
  3. Giusiiiii, vorrei anche diventare un aquilone. Allora vorrei volare in alto nel cielo insieme. :))))
    Grazie per le belle parole. Con affetto e un bacione
    erba

    RispondiElimina
  4. hai ragione Giusi che bella questa poesia
    gli aquiloni mi legano alla mia infanzia quando insieme a mia sorella e i miei cugini cercavamo di costruirceli
    vorrei anch'io essere un aquilone per toccare il cielo e vedere cosa nascondono le nuvole
    baci Valeria

    RispondiElimina
  5. Cara Giusi, lo sai che con questo post, mi hai fatto ritornare indietro nel tempo!!!
    Ricordo le folli corse per vedere quel piccolo acquilone fatto manualmente con delle pagine dei quaderni di scuola per vederlo alzarzi di qualche metro!!! erano altri tempi:-)
    Buona serata cara amica, un abbraccio forte.
    Tomaso

    RispondiElimina
  6. Che bei versi... profondi e toccanti...
    Li vedo, in alto, planare nel cielo , insieme .
    Buon fine settimana
    Raffaella

    RispondiElimina
  7. qualcosa bisognerebbe essere un aquilone per lasciare i pensieri e volare leggeri come loro....grazie per queste parole Giusi...buona primavera:)un abbraccio simona

    RispondiElimina
  8. Ciao Giusi, che post fantastico, mi hai emozionato…grazie anche della bellissima poesia!
    Un abbraccio, buona serata e buon w.end!
    Carmen

    RispondiElimina
  9. anche io da piccola ci ho sempre provato a costruirli... ma non funzionavano mai -_-
    Magari è arrivato il momento di tentare di nuovo!

    Grazie per queste parole e per questa poesia cara Giusi.

    RispondiElimina
  10. Giusi, non so se mi ha toccato di più la poesia o le tue parole...Parole profondamente significative per tutti noi che abbiamo figli e vorremmo, da una parte, vederli volare e dall'altra vorremmo che rimanessero sempre piccoli per tenerli accanto a noi!!
    Un bacio grande

    RispondiElimina
  11. Che bel post giusy.. Hanno il loro fascino gli aquiloni.. Silvia

    RispondiElimina
  12. Molto belle entrambe, ma quella sui figli era quello che "dovevo" leggere stasera, perché domani mia figlia andrà a provare il suo abito da sposa ed io sono qui a 400 Km. di distanza!!!!

    RispondiElimina
  13. Bellissimo post Giusi.
    Non ti dico altro. =)
    Daniela

    RispondiElimina
  14. Come è vero tutto quello che scrivi. Sei una persona vera cara Giusi. Grazie

    RispondiElimina
  15. e dai....non posso piangere alle 7 di mattina.....cuore della mamma...
    Un abbraccio
    Amelina

    RispondiElimina
  16. Ne parlavamo giusto qualche giorno fa...
    Un sorriso
    Anna

    RispondiElimina
  17. Un post bellissimo cara Giusi.Profondo e toccante.... I nostri figli , amarli significa lasciarli volare liberi....la cosa piu' difficile
    Ti abbraccio cara Giusi.

    RispondiElimina
  18. Ma pensa ........... io le mongolfiere e tu gli aquiloni, abbiamo una gran voglia di prendere il volo Un post pieno di sentimenti cara Giusi. Bacioni
    Emi

    RispondiElimina
  19. Sei una persona adorabile Giusi,piena di sentimenti profondi,capace di entrare nel cuore di ognuna di noi,perchè ogni mamma leggendo questo post non può non provare una grande emozione! Un abbraccio e buon fine settimana,Andreana.

    RispondiElimina
  20. Giusi che bellissimo post, mi hanno emozionato le tue parole, un abbraccio stretto stretto

    RispondiElimina
  21. Giusi!!!!!che bellissimi lavori che hai fatto...ho visto il post di Mary!!!!!bacioni:)))

    RispondiElimina
  22. Ciao GiusI con la I :) Ti ho trovata tramite MariaGrazia! Ora ti seguo, ho visto che sai fare un sacco di cose! Io per ora mi diletto solo con la cucina e con l'uncinetto...
    A presto!

    Maira

    RispondiElimina
  23. Oh! Oh! mi sento le guance bagnate, lacrime hanno solcato il mio viso!!!
    Mi hai trasmesso con questa bellissima poesia commozione e come corrisponde a verità quello che recita, è proprio vero i nostri figli sono come AQUILONI.
    notte Nadia

    RispondiElimina
  24. Bella la poesia! E stupendi gli aquiloni, mi ricorda le estati in montagna da bambina quando li facevo volare con mio papà sui prati.
    un bacione :)

    RispondiElimina
  25. Il cuore è gonfio dall'emozione e le lacrime mi scendono senza volerlo. Stupenda poesia, tocca i fili nascosti dell'anima e del cuore. Chi è madre può sapere, conoscere e riconoscersi in queste parole, dettate dall'amore verso i figli. Grazie Giusi non conoscevo questa poesia, ero passata da te solo per un saluto, non immaginavo di trovarci questo tesoro. Baci Emanuela

    RispondiElimina
  26. Ciao Giusi, è bellissimo questo post, mi hai fatto emozionare molto!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  27. Giusi questo post mi ha fatto sobbalzare il cuore...la poesia è una meraviglia, emozionante, dolce e troppo vera. Sei una donna davvero molto dolce e sensibile.

    RispondiElimina
  28. La mia sora Giusi dall'animo sensibile!!!
    ciao buon fine!!!
    Lu

    RispondiElimina
  29. Probabilmente sì , come tutte le cose tanto preziose perchè non sono davvero nostre, come i figli quando crescono !Questa poesia è bellissima e tocca il cuore.
    Ti auguro una buona domenica
    Maddalena

    RispondiElimina

Grazie del tuo graditissimo passaggio. Giusi

L'opzione " Anonimo" è stata eliminata, a causa dei tanti spam

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...