lunedì 19 novembre 2018

Angeli & Angeli


 una canzone .......


La fossa del leone
è ancora realtà

uscirne è impossibile per noi
è uno slogan falsità







Il nostro caro angelo
si ciba di radici e poi

lui dorme nei cespugli sotto gli alberi
ma schiavo non sarà mai







Gli specchi per le allodole
inutilmente a terra balenano ormai
come prostitute che nella notte vendono
un gaio cesto di amore che amor non è mai








Paura e alienazione
e non quello che dici tu
le rughe han troppi secoli oramai
truccarle non si può più








il nostro caro angelo
è giovane lo sai
le reti il volo aperto gli precludono
ma non rinuncia mai







cattedrali oscurano
le bianche ali bianche non sembran più
Ma le nostre aspirazioni il buio filtrano
traccianti luminose gli additano il blu





Orecchini 

ciondolo collana 
da indossare 
separatamente 
altrimenti .......
troppo santi 


e  il vostro Angelo
 di che colore sarebbe ...



baci 
giusi 

giovedì 15 novembre 2018

Le cinque persone che incontri in Cielo





Le cinque persone che incontri in cielo
 di Mitch Albom



Foto dal web


C’è una ragione per ogni cosa. 
Anche alla morte c’è una ragione.
 E anche all’amore perduto. 
Se la morte ce lo porta via rimane sempre un amore.
 Assume una forma diversa, nient’altro.
 Non puoi vedere la persona sorridere,
 non le porti da mangiare,
 non le arruffi i capelli… 
Ma quando questi sensi si indeboliscono, 
un altro si rafforza. 
La memoria. 
Essa diviene tua compagna. 
Tu l’alimenti,
tu la serbi,
 ci danzi assieme. 
La vita deve avere un termine,
l’amore no. 
E il mio amore per te,
 cara mamma,
 non finirà mai.....



due anni 
senza Te

giusi





giovedì 8 novembre 2018

Un quadrotto per la ricerca


Questo fine settimana a Parma in 
Piazza Duomo 
si svolgerà un bellissimo 
evento 
Tutta la piazza sarà ricoperta da coloratissimi
quadrotti di lana 
confezionati  a maglia o uncinetto 


foto dal web

 il ricavato andrà a favore 
della ricerca 
sul tumore 





Viva Vittoria, un’associazione che si prefigge di aiutare 
le donne a divenire consapevoli
 del proprio valore e quindi artefici della propria vita,
 e La Doppia Elica, onlus che unisce in una grande famiglia donne 
in cui è presente la mutazione del gene BCRA responsabile
 di neoplasie della mammella e dell’ovaio, 
sono fianco a fianco in questo progetto pieno di vita.






Tutta la provincia si è movimentata 
per produrre quadrotti in  lana  o cotone di 50X50 cm
   I quadrotti  saranno  cuciti   quattro a quattro
mischiando svariate fantasie  con un filo rosso.
  Le coperte così formate 
 di un metro quadrato
verranno poi vendute all’asta. 
Il ricavato  ,servirà ad acquistare macchinari per la prevenzione
 e sorveglianza del rischio familiare o ereditario delle neoplasie.




Sono pervenuti oltre  6000 quadrotti..
tanti occorrevano a  ricoprire 
 il lastricato della piazza.
Grazie la massiccia condivisione 
sui social,
sono arrivati  da tutta Italia.









  Anch'io ho partecipato al progetto 
come tantissime amiche volenterose 




Oltre ad un quadrotto granny eseguito con lana multicolor
mi sono invaghita di questo bellissimo
punto bavarian, 
anche se abbastanza lungo da fare,
ne ho voluti confezionare due 




Tempo fa mi ero cimenta in una prova 
realizzando questa mattonella a telaio 
però poi era rimasta inutilizzata 
così ho pensato di inserirla nel quadrotto 
contornandola ad uncinetto 
il risultato mi è piaciuto molto anche se dai colori un po spenti 




Snceramente  avrei voluto fare di più,
ma ho avuto qualche problema 
di salute, che si stanno risolvendo 
per fortuna .



Che emozione !!
tra tanti quadrotti ci saranno anche i miei
in quelle pazze coperte colorate 



 Mani e cuori  che hanno lavorato all'unisono.





Speriamo che il maltempo non rovini
questa giornata 
e riesca a darvi seguito
dell'evento 
con qualche foto 


un abbraccio 

giusi 



Aggiornamento del 10 novembre 


Uno spettacolo di  foto inviate da diverse 
amiche che hanno visitato la piazza 
non è stupenda???












Buona visione a tutti 



Aggiornamento  11 novembre 


Per la  gioia di tutti gli organizzatori,
volontarie e chi si è prestato
a realizzare i quadrotti ,
sono state cucite 1700 coperte 
da un metro quadro l'una
ed andate completamente
esaurite nella sola prima giornata.
Una sola parola 
F A N T A S T I C O







giusi 

domenica 4 novembre 2018

Ispirazioni & Co N.47 Dolci - Un tuffo con le ciliegie


Questo mese 
per Ispirazioni & Co 
le inossidabili 
Federica e Barbara 

ci propongono 



 come rimanere impassibili ad un simile 
invito?

Rimaniamo in cucina 


mercoledì 17 ottobre 2018

Mi ritorni in mente


era estate
 e di colpo l'autunno
ma che ho fatto in tutto questo tempo??.......


 In questo periodo
l'estate appunto ....

ero rimasta qui 

mi sono imbattuta in una ricetta..
e mi ha preso  una grande  malinconia e  tanti ricordi 
si sono susseguiti 

  Eravmo piccoli noi tre e ci avevi voluto far assaggiare 
un piatto della Tua Terra 
caro Papà,
ma non avevamo apprezzato,
neanche mamma ,
sempre schizzinosa nel mangiare ;
più avvezza a piatti delicati 
passatelli e piadine romagnole ...
di qui il proposito di non prepararla mai più ..
quasi un'offesa per te ...

Ho cercato di ritrovarne il sapore col pensiero 
cercando ogni traccia possibile 
sulle papille gustative 
ma niente .....
così 
  ho voluto cucinarla ...
i gusti cambiano 
col tempo
e
mi sono messa ai fornelli ....
sai che novità !!!!....
e allora ...................

Caponata alla siciliana 
vogliamo prepararla assieme ? 

Tagliamo a cubetti le melanzane ; (3)
 le facciamo riposare per far perdere l'acqua di vegetazione



Friggiamo i cubetti  in olio di girasole  e sgoccioliamo bene 
avvolti in carta assorbente o carta paglia 
sostituendo la carta per assorbire 
l'olio della friggitura 
lasciamo  a parte .......



................. e intanto  
Affettiamo le cipolle (3)



 far appassire  dolcemente in olio evo  


generosa porzione di olive (200 gr)  e capperi  ( 100 gr)




continuando la cottura 



alcune coste di  sedano (100 gr)
 lessato a parte 



concentrato di pomodoro (150 gr)



un bicchiere di aceto bianco e uno di acqua 



zucchero (100 gr) e l'elemento segreto 
3 grammi di cacao 
una nota di colore 


siamo pronti ...


 vi ricordate dei quadrotti di melanzana fritti?
ecco ora li scaraventiamo in padella 
una bella mescolata e amalgamata  
e cospargiamo con un ciuffo di basilico spezzettato 
A piacere una spolverata di arachidi o mandorle tritate.



ed eccola qui ......
  Caponata  alla Siciliana 

 I gusti cambiano ...
è proprio squisita 
avevi ragione ......
 da riprovare 

appena mi ritorni in mente 
eh no !!!
ho paura sia troppo spesso ....

un abbraccio 
giusi 


giovedì 30 agosto 2018

Vorrei ma non posto .... Top 5 Summer 2018



Mio caro Blog ....
oggi voglio scuoterti da questo tuo torpore :
Sembra che non ti importi di nulla 
invece ci sono tante cose da raccontare 
perchè queste giornate calde e afose passano faticosamente,
ma non sono  mai vuote e prive di interessi :
 poi ci sono i tuoi amici che non ti abbandonno mai
e  ti coinvolgono perchè vogliono divertirsi con te 
e tu non aspetti altro 
per cui .....
Via 
oggi si va in onda ........ 

 Cara Irene  rispondo al tuo invito
per il bellissimo gioco
di Elisabetta 

che  invito a visitare per la sua simpatiche iniziative  e leggere 
le regole del gioco 


 e  che per il secondo anno 
mi vede partecipe

martedì 28 agosto 2018

Storia del Grembiule della Nonna


dal web

"Storia del Grembiule della Nonna" 
Il primo scopo del grembiule delle Nonna era di proteggere i vestiti sotto,
ma, inoltre: Serviva da guanto per ritirare la padella bruciante dal forno;
 Era meraviglioso per asciugare le lacrime dei bambini ed, in certe occasioni,
 per pulire le faccine sporche; 
Dal pollaio, il grembiule serviva a trasportare le uova e, talvolta, i pulcini!; 
Quando i visitatori arrivavano , il grembiule serviva a proteggere i bambini timidi; 
Quando faceva freddo, la Nonna se ne imbacuccava le braccia; 
Questo buon vecchio grembiule faceva da soffietto, agitato sopra il fuoco a legna;
 Era lui che trasportava le patate e la legna secca in cucina;
Dall' orto, esso serviva da paniere per molti ortaggi dopo che i piselli erano stati raccolti 
era il turno dei cavoli; E a fine stagione, esso era utilizzato per raccogliere
 le mele cadute dell' albero; 
Quando dei visitatori arrivavano in modo improvviso era sorprendente vedere
 la rapidità con cui questo vecchio grembiule poteva dar giù la polvere; 
All'ora di servire i pasti la Nonna andava sulla scala ad agitare il suo grembiule 
e gli uomini nei campi sapevano all' istante che dovevano andare a tavola; 
La Nonna l'utilizzava anche per posare la torta di mele appena uscita dal forno sul davanzale a raffreddare;
 Ci vorranno molti anni prima che qualche invenzione o qualche oggetto possa rimpiazzare
 questo vecchio buon grembiule.


dal web 



Una cara amica ha condiviso  con me , questa bellissima storia e mi è piaciuta
l'idea di  riportarla nel Blog .
 Mi sono tornate alla mente tante azioni che la mia Nonna compiva ... tante di queste 
e sopratutto l'esigere che si indossasse anche noi bambine il nostro Grembiule :
 per proteggere i vestiti e giocare in libertà ,  ma anche  aiutare in cucina  e  nelle  faccende di casa, 
prima dei giochi, senza  correre il rischio di rovinare i nostri  vestitini che non erano tanti.
Un sapore di antico ...di dolce.



                                                               un caro saluto a tutti 


giusi



mercoledì 15 agosto 2018

Il Bacio, Pablo Neruda



Ti manderò un bacio con il vento
e so che lo sentirai,
ti volterai senza vedermi ma io sarò li
Siamo fatti della stessa materia
di cui sono fatti i sogni
Vorrei essere una nuvola bianca
in un cielo infinito
per seguirti ovunque e amarti ogni istante
Se sei un sogno non svegliarmi
Vorrei vivere nel tuo respiro
Mentre ti guardo muoio per te
Il tuo sogno sarà di sognare me
Ti amo perché ti vedo riflessa
in tutto quello che c’è di bello
Dimmi dove sei stanotte
ancora nei miei sogni?
Ho sentito una carezza sul viso
arrivare fino al cuore
Vorrei arrivare fino al cielo
e con i raggi del sole scriverti ti amo
Vorrei che il vento soffiasse ogni giorno
tra i tuoi capelli,
per poter sentire anche da lontano
il tuo profumo!
Vorrei fare con te quello
che la primavera fa con i ciliegi.

Pablo NerudaIl Bacio

 Un bacio grandissimo a tutti gli amici carissimi 
in questa giornata di profonda tristezza per 
il crollo nella città di Genova 
Tanti cari saluti 
giusi 




martedì 22 maggio 2018

Cronaca di una borsa



Un nuovo progetto ...
nuovo innamoramento ....
nuova sfida.

Se preparo una borsa ad uncinetto ....
vorrei una tracolla particolare,
come quelle in tessuto ad esempio .

Allora ricerca,
curiosità 
su come realizzarla.
Internet ... You tube 
fonti inesauribili :
qua e la 
idee da scopiazzare e fare tue 
per sperimentare 

Terminata !!!!!!
 e che gioia ....
che divertimento 
Bella scarrafona di mamma tua : sei nata finalmente!!! 



sabato 28 aprile 2018

Ispirazioni and co N.40 - Emozioni - Come le api




E' stata una sorpresa ... un' emozione 
trovare una ricetta simile 
e ho provato subito.

Ormai lo sapete ...
curiosità è femmina 
ed io femmina la nacqui .....
vi regalo anche un sorriso ...no?




Una bella passeggiata in mezzo al verde 
sulle colline vicino a casa 
dove la natura si  conserva  intatta , 
pulita ....  semplice...
Si respira freschezza .
Oggi giochiamo a fare ................



domenica 22 aprile 2018

Giornata Mondiale della Terra





-- Questa terra non l'abbiamo ereditata dai nostri padri,
l'abbiamo presa in prestito dai nostri figli.

(Proverbio Indiano)







           Meravigliosa è la forza dei deserti d'Oriente fatti di pietre, di sabbia e di sole, 
          dove anche l'uomo più gretto capisce la propria pochezza di fronte alla vastità 
          del creato e degli abissi dell'eternità, ma ancora più potente è il deserto 
          delle città fatto di moltitudini, di strepiti, di ruote di asfalto, di luci elettriche, 
          e di orologi che vanno tutti insieme e pronunciano tutti nello stesso istante 
          la medesima condanna.
          (Dino Buzzati, L'umiltà)





Onoriamo la Terra ... abbiamo solo questa 

un abbraccio 
giusi 

giovedì 19 aprile 2018

Scarlatto



Nella mia ricerca di  disegni per il ricamo blackwork,
ne avevo parlato qui 
sono stata catturata da questo 
cardinale rosso 


Pensare che non amo particolarmente questo colore,
però  mi è piaciuto talmente tanto che  non sono riuscita 
a proseguire con i lavori iniziati ...
dovevo imprigionarlo sulla tela...
L'idea era di ricamare  il fondo con il  bianco
 come nel progetto originale, 
ma nella stoffa che ho utilizzato,

un regalo graditissimo di   Francesca  ... che gentile !!!

 non risaltava abbastanza
ma   non volevo un colore  troppo appariscente, 
così ho provato diversi abbinamenti : 
seppia , azzurro, grigio 








Alla fine ho scelto l'abbinamento  che mi convinceva di più :
un grigio plumbeo 
che lo fa somigliare 
ad uno scorcio di cielo, 
ma  senza rubare attenzione 
all'affascinante cardinale rosso
poggiato su un ramo di sinforicarpo 





Ci sono cose che ci affascinano 
senza un motivo preciso.... 
forse il ricordo del romanzo e film 
"La lettera scarlatta " che mi è piaciuto tantissimo
lo ricordate quell'uccellino rosso ?
Sembra proprio lui...

E' stato molto impegnativo, soprattutto per la mescolanza dei rossi,
 ben  7 tonalità, ma 
il risultato mi ha ripagato della fatica ....

e ora cosa vi aspettate ? 
Vi avverto mi sono data all'ornitologia !!!
Un caro saluto 

giusi 


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...